La parola al virologo



Intervista a Fabrizio Pregliasco, virologo dell'Universitò di Milano: 

Novembre 11, alguer.it
PRONTI PER LA NUOVA ONDATA INFLUENZALE?
Per l'Italia è ancora presto. Finora, in Europa, ci sono stati solo isolamenti sporadici del virus nei Paesi settentrionali. Salvo crolli improvvisi delle temperature, l'epidemia dilagherà probabilmente dopo le feste natalizie. Ma è questo il momento giusto per proteggersi.
SI RIFERISCE AL VACCINO?
Certamente. Le campagne vaccinali sono partite ed è importante aderirvi. La vaccinazione è efficace e sicura. 
 
Novembre 09, virgilio.it
PERCHÈ È UTILE VACCINARSI?
La vaccinazione stagionale è da sempre un'opportunità per tutti, anche per i bambini dai 6 mesi in su, mentre diventa addirittura un salvavita per i soggetti più fragili. Per queste persone può essere indicato anche vaccinarsi contro lo Streptococcus pneumoniae, la causa principale della polmonite, che è la complicanza più pericolosa delle forme influenzali.
Ottobre 11, la provincia.it
COME SARÀ L'INFLUENZA DI QUEST'INVERNO?
Per la stagione 2011-2012 si prevede un'epidemia di lieve entità, ma l'influenza non va mai sottovalutata.
DA CHE TIPI DI VIRUS DOVREMO DIFENDERCI?
Circoleranno due virus australiani già noti e poi l'H1N1, divenuto celebre nel 2009, ma poi declassato a comune virus stagionale. Trattandosi di ceppi conosciuti, diverse persone potrebbero evitare il contagio.

Ottobre 07, ambulatorio.it
QUALI SONO I RISCHI DELL'INFLUENZA? LA MALATTIA PUÒ METTERE SERIAMENTE A REPENTAGLIO LA SALUTE?
Nonostante l’andamento sia di norma benigno, ogni inverno l’epidemia influenzale è responsabile di numerosi decessi: in USA dal 1957 al 1986 sono stati in media 10mila decessi all’anno con punte di 40mila morti; in Inghilterra nel 1989-90 si sono contati circa 26mila morti. In rapporto all’età, l’influenza è responsabile del 20% delle morti da 0 a 14 anni con rischio maggiore nel primo anno di vita.

Giugno 09, Spigolature Scientifiche
MA I VIRUS SONO TIPICI ANCHE DI ALTRE MALATTIE, COME LE INFEZIONI UROGENITALI E GASTROINTESTINALI, E RIGUARDANO SOPRATTUTTO LA STAGIONE ESTIVA.
In estate l’alimentazione cambia ed è più facile andare incontro a malattie a trasmissione feco-orale. Basta un inserviente che non si è lavato bene le mani. I vettori patogeni insidiano le pietanze a nostra insaputa provocando dissenteria, dolori allo stomaco, in casi estremi la salmonellosi.
PRINCIPALI RESPONSABILI DELLE INFEZIONI VIRALI SONO I CORONAVIRUS E GLI ADENOVIRUS.
Ogni estate abbiamo a che fare con 260 virus. È ovvio che ci siano dei rischi per la nostra salute. Ma bastano pochi accorgimenti e un regime di vita sano per tenere lontano il rischio di gravi malattie. 
 
Agosto 11, ilsussidiario.net
TORNA A FAR PAURA ANCHE IL VIRUS H5N1, SCOMPARSO DOPO IL PICCO DEL 2006.
L’H5N1 era ed è ancora oggi un problema a livello veterinario, che riguarda qualche specie di volatile. La “peste aviaria” era conosciuta anche dai contadini dell’Ottocento, nelle situazioni in cui si assisteva a morie di galline o di anatre.
L'H5N1 È STATO POI SOPPIANTATO MEDIATICAMENTE DAL PIÙ CATTIVO E INTRAPRENDENTE H1N1.
Ma è rimasto un problema di pandemia a livello animale, e sporadici casi di contagio umano sono avvenuti nelle zone del mondo dove la vicinanza uomo-animale è più comune.

Commenti