L'oroscopo più antico

Il reperto individuato in Croazia

La più antica tavola astrologica è stata scoperta da un team di studiosi dell'Istituto di Ricerca Antropologica di Zagabria. Gli scienziati hanno individuato il reperto in una cava affacciata sul Mar Adriatico, chiamata dagli abitanti locali “Spila”. Si riferisce a trenta pezzi di avorio risalenti a più di 2mila anni fa riportanti i segni zodiacali; il reperto, in realtà, è molto malandato ma sono visibili le immagini greco-romane riconducibili a Cancro, Gemelli e Pesci. Probabilmente è il risultato della diffusione dell'astrologia babilonese: «L'archeologia babilonese si è trasformata diventando l'astrologia greca, che è essenzialmente la versione moderna dell'astrologia», racconta Alexander Jones, professore dell'Institute for the Study of the Ancient World. «La tavoletta, quindi sarebbe un'espressione della cultura astrologica pre-moderna». La scoperta è avvenuta in un antro della caverna nel quale, verosimilmente, l'uomo non metteva più piede da parecchio tempo. «Era un condotto lungo dieci metri», spiegano i ricercatori, «caratterizzato da uno strato di calcare che si rompeva passandoci sopra». Con quello che può dunque essere considerato il più antico oroscopo della storia, («abbiamo molti oroscopi in forma scritta, su papiro o su parete, ma nessuno antico come questo»), sono stati individuati anche una stalagmite di forma fallica e misteriosi oggetti in avorio: «Nel corso degli scavi sono saltati fuori questi piccoli pezzi di avorio, che ancora non si è capito a cosa servissero», affermano i ricercatori. Ma come ha fatto la tavoletta a raggiungere la Croazia? Secondo le prime ricostruzioni potrebbe essere arrivata seguendo la rotta che attraversava l'Adriatico in lungo e il largo. Se così fosse il reperto potrebbe essere stato lavorato in Egitto, per poi giungere in un secondo momento in Europa. Affascina anche l'ipotesi che possa essere stato recuperato da una nave di passaggio: «C'é, in effetti, la possibilità che la tavola astrologica possa essere il risultato di un'offerta, associata ad altri oggetti speciali comprati o saccheggiati da una nave di passaggio», chiudono i ricercatori. «Le coppe scoperte nella caverna, del resto, sono quasi tutte di origine straniera, e potrebbero essere anch'esse frutto di furti o scambi commerciali». 

La caverna in cui è avvenuto il ritrovamento

Qualche (sacrosanto) motivo per non credere nell'oroscopo (da un'idea di Corvo Rosso): 

Gli sponsor 

Perché fra i maggiori sostenitori di una ragione scientifica alla base dell’Astrologia troviamo personaggi del calibro dell’ex presidente Ronald Reagan, la moglie Nancy (non soltanto spesso consultavano un astrologo, ma sembra che Reagan abbia basato numerose importanti decisioni sulla loro funzionalità astrologica, per esempio la possibilità, nel 1976, di presentarsi alle elezioni presidenziali, e la sua scelta di George Bush come suo vice-presidente. Mentre era governatore della California, Ronald Reagan firmò inoltre una legge per introdurre un nuovo capitolo e sezione del codice di governo, che concedesse il diritto ad un risarcimento a chi praticasse l’astrologia), Britney Spears e J. K Rowling. 

Errori babilonesi 

Chi ha sempre creduto di essere fantasioso e indipendente perché queste sono le caratteristiche dell’Acquario, dovrebbe guardare meglio dentro di sé: in realtà è testardo e riflessivo come un Capricorno. Gli astrologi, infatti, non considerano il terzo movimento della Terra, in virtù del quale tutti i segni zodiacali andrebbero spostati indietro di uno. Come è possibile? Lo spiega il professor Antonino Zichichi.«Le costellazioni dei segni zodiacali sono state codificate dai babilonesi. Ma Ipparco, nel secondo secolo avanti Cristo, scoprì il terzo movimento della terra che ogni 2.200 anni sposta indietro ogni costellazione. Il giorno dell’anno in cui il sole dovrebbe sorgere nell’Acquario, quindi, in realtà sorge nel Capricorno, e così via». «Ma non è questa la ragione principale per non credere agli oroscopi», sottolinea Zichichi. «Il primo motivo è che i segni zodiacali si basano sull’idea che esistano stelle fisse, mentre in realtà le stelle viaggiano alla velocità di un milione di chilometri all’ora. Dal momento che non esistono stelle fisse, non esistono nemmeno le costellazioni. E anche ammettendo l’esistenza delle costellazioni, nella porzione di cielo indicata dai babilonesi ce ne sono 13 e non 12». 

L’Ofiuco incomodo 

I segni zodiacali dovrebbero essere spostati di circa un mese in avanti (ad esempio il leone passerebbe dal 23 luglio-22 agosto al 17 agosto-16 settembre) per essere compatibili col movimento del Sole, e comunque le costellazioni a cui fanno riferimento non portano certo ad una durata uguale per ognuno di essi. Una grande costellazione (l’Ofiuco) posta nel bel mezzo dello Zodiaco è del tutto ignorata. Una relazione causale tra movimenti celesti e destino delle persone non è mai stata provata.

Immutabilità 

Perché è una delle realtà parascientifiche più antiche della storia, ma nel lasso di tempo in cui l’uomo è passato dal tirarsi ciottoli di cacca da una caverna all’altra, a corteggiare ragazzotti nerboruti in una scatola parlante mentre un carismatico transgender appollaiato su una scalinata guida il tutto con sapienza (Circa 5000 anni, le prime tracce di una cultura astrologica risalgono all’incirca al 2637 a.c in Cina) l’astrologia è rimasta la stessa, senza cambiare di una virgola (E pensare che nel frattempo hanno persino scoperto che la Terra non sarebbe piatta ma sferica!). 

Il lato positivo della disoccupazione 

Perché senza l’astrologia personaggi quali Branko, Paolo Fox, Linda Wolf, il Divino Otelma, Alan, Linda Fassio, Antonia Bonomi, Maria Santucci, Marco Pensatori tornerebbero a fare il lavoro che hanno nel sangue, l’occupazione cui erano stati destinati dalle Stelle: gli sminatori.

Commenti