Fumatrici incallite, figlie sterili


Secondo un team di ricercatori del Samuel Lunenfeld Research Institute al Mount Sinai Hospital di Toronto le donne che fumano prima e dopo la gravidanza possono compromettere la fertilità delle figlie. A ciò sono arrivati iniettando in esemplari di topo femmina (prima e dopo la gravidanza) leggere dosi di idrocarburi aromatici policiclici, prodotto simile a quello emesso dalle sigarette. Le ovaie delle madri non hanno risentito del contatto con la sostanza nociva mentre quelle delle figlie sì. In particolare gli studiosi hanno visto che le ovaie delle figlie presentavano il 70 percento in meno di follicoli, fondamentali per la produzione di ovuli. Secondo il ricercatori la sostanza contenuta nelle bionde porta a un aumento di una proteina associata alla apoptosi (morte cellulare).

Commenti