Politicamente corretti... solo quando serve

Ornella Muti, attrice pro-ambiente

Politicamente corretto è anche colui che, di fronte a temi ambientali, si dimostra coerente con le sue idee; una persona che, in pratica, non si mette a predicare bene per poi razzolare male. In realtà sono molti gli individui che suggeriscono condotte virtuose, per poi sbagliare per primi. Basta pensarci un attimo per trovare un lungo elenco di personaggi famosi che potrebbero essere annoverati in questo gruppo. Partiamo dal grande John Travolta, indimenticabile protagonista di Grease, e non meno di film pulp come Pulp fiction. John a parole sembrerebbe un gran maestro. Si è, infatti, battuto come un leone per la difesa del verde e del Sequoia National Park in California e in casa ha una piscina depurata naturalmente e senza cloro. Peccato, però, che John sia anche proprietario di un Boeing 737 che pilota personalmente, definendolo la sua casa con le ali, e che l’anno scorso gli ha consentito di girare tutto il mondo: chiaro che per il buco dell’ozono non è una grande notizia. Mister Al Gore, detto il paladino della difesa del pianeta, in realtà rischia di diventare il paladino delle contraddizioni. Da una parte tiene, infatti, conferenze contro l'effetto serra e il consumo eccessivo di energia e gira documentari; dall'altra, nella sua villa nei pressi di Nashville, consuma più elettricità in un mese di quanto una famiglia americana media ne consumi in un anno. E per fortuna il suo motto è: “Diventa il cambiamento che vorresti nel mondo”. Carlo d’Inghilterra, invece, non fuma, non beve, suggerisce l'utilizzo della bici anziché quello dell'automobile. Ma si segnala anche per il fatto di essere andato a ritirare il premio ad Harvard per il suo impegno a difesa dell'ambiente con 20 collaboratori, vale a dire 17 auto che hanno prodotto 16 tonnellate di anidride carbonica in due giorni. Ma per fortuna c'è anche chi alle parole fa seguire dei fatti concreti e coerenti, chi davvero ha a cuore l’ambiente e si impegna per migliorarlo. In questa categoria rientrano per esempio Jennifer Lopez, George Clooney, e Ornella Muti. La Lopez ha creato una linea di abbigliamento con soli materiali della lobby ispanica, la più povera del mondo e da sempre è schierata con chi ha dei prodotti naturali da proporre al mercato, indipendentemente dal parere delle multinazionali. In pratica, sebbene qualche volta ceda alle lusinghe di un jet privato, magari anche solo per andare a farsi dei massaggi, guida una Prius Toyota di tecnologia ibrida, meno inquinante delle automobili tradizionali. George Clooney può essere definito un vero paladino dell'ambiente. Dice tante belle cose sull'ambiente che poi trovano conferma anche nei fatti. George ha rifiutato il Suv che gli avevano regalato e da sempre sottolinea i problemi ambientali che stanno distruggendo l'Africa. Nella vita di tutti i giorni non possiede limousine, ma solo auto elettriche, ottiene elettricità tramite i pannelli solari. La nostra Ornella Muti si dice contro i cibi adulterati e industriali e detesta le manifestazioni legate all'eccessivo sfruttamento dell'ambiente marino. E alle parole, anche lei, accompagna le azioni. Non usa mai ammorbidenti, cucina solo cibi biologici e la sua spazzatura è la più biocompatibile di Roma. Infine due parole sui rimandati a settembre, coloro che predicano bene ma che potrebbero razzolare meglio. Tra questi abbiamo Lapo Elkann, amante della carta riciclata ma anche degli elicotteri, Eros Ramazzotti, che dalla bici è passato a una Yamaha, e Barbara Berlusconi scoperta in flagrante mentre si tuffava di fianco a un cartello con la scritta a caratteri cubitali “divieto di balneazione”.

Commenti

michele ha detto…
Bisogna distinguere la verità dalla propaganda: Ornella Muti è attualmente testimonial di uno stilista russo specializzato in pellicceria, e lei stessa ha fatto pubbliche apparizioni con inguardabili pastrocchi realizzati con pellicce. A chiacchierare sono bravi tutti...... http://www.youtube.com/watch?v=I7vBpfymweU
Gianluca Grossi ha detto…
caro Michele, approfondirò l'argomento, in tal caso la bella Ornella finirebbe di filata nel gruppo dei primi che predicano bene ma...