L'uomo fedele? Un trucco evolutivo

La struttura chimica del testosterone
 
Eh no che l'evoluzione non lascia nulla al caso. Ci si è mai domandati perché subito dopo essere diventati papà gli uomini tradiscono meno del solito? La risposta è semplice: perché il loro livello di testosterone cala sensibilmente, rendendoli meno aggressivi sessualmente e meno inclini, di conseguenza, alle scappatelle. Il motivo di ciò risiede nel fatto che, subendo questa alterazione fisiologica, il maschio resta più vicino alla madre della sua creatura, la affianca nelle cure parentali e in pratica assume le sue responsabilità dinanzi a quel che sarà la sua discendenza. Un meccanismo perfettamente collaudato. Ora gli scienziati scoprono che il calo di testosterone nei maschi è direttamente proporzionale al tempo speso per i propri figlioli. In particolare quelli che dedicano gran parte del loro tempo all'accudimento dei figli, assumendosi anche premure come quella di cambiare i pannolini, sono coloro che rischiano meno di finire fra le lenzuola di un'altra partner. Lo studio condotto da esperti della Northwestern University su 624 giovani ha messo in luce che il calo di testosterone è fisiologico col passare degli anni, ma è più accentuato in chi diventa padre. Inoltre si è constatato che le persone che abbandonano il letto coniugale subiscono un incremento dell'ormone sessuale, confermando, al contrario, la tesi avanzata dagli scienziati. Ma cos'è esattamente il testosterone? È l'ormone sessuale maschile per eccellenza, espressamente legato alla libido sessuale. È fondamentale anche per la produzione di sperma, per lo sviluppo della massa muscolare e della prostata, per la sua predisposizione a favorire depositi di calcio che tengono lontani l'osteoporosi. In piccole dosi è riscontrabile anche fra le donne, conferendo loro un carattere più mascolino del solito. Si ritiene che dopo i 40 anni l'ormone cali di circa l'1% all'anno. Non è solo una diminuzione della sua produzione, ma anche un iper-produzione di proteina SHBG che annulla l'effetto ormonale. Il grafico illustra bene l'andamento della concentrazione di testosterone libero e totale e l'andamento della proteina SHBG. 


Utilità del testosterone

Commenti