Stressati e introversi: il segreto per campare cent'anni

Rita Levi Montalcini che il 22 aprile compirà 102 anni
Contrordine: lo stress fa bene alla salute. Ancora una volta la medicina smentisce se stessa. Di questo passo si finirà col credere che non c'è più nulla di sicuro, e che tutto ciò che è stato appurato dalla scienza negli ultimi anni, rischia di dover essere ripreso in considerazione. Dello stress, infatti, si è sempre parlato male. Oggi, invece, emerge che lo stress fa bene. (Non stupiamoci, perciò, di sentire fra un po' che anche il colesterolo alto ha il suo perché). È il dato emerso dal “Longevity project”, studio iniziato nel 1921 dallo psicologo Lewis Terman, della Stanford University, e continuato dai suoi colleghi Howard S. Friedman e Leslie R. Martin. 90 bambini sono stai seguiti dalla loro nascita fino alla morte: così s'è potuto vedere che per “campare cent'anni” è necessaria anche una buona dose di stress. Chi non si stressa a sufficienza, infatti, rischia di più di cadere vittima delle cattive abitudini, con tutte le conseguenza del caso. Meglio quindi un lavoro che ci assilla e che ci tiene “su di giri”, rispetto a una professione senza “brividi”. Non solo. Sono emerse altre cose interessanti. Per esempio che lo sport fa bene solo fino a un certo punto. Non deve diventare un'ossessione. Meglio una passeggiata tranquilla con un amico che cento flessioni al giorni, tanto per intenderci. Anche il matrimonio è importante per la coppia, ma mentre per le donne la fine di un legame può rappresentare maggiori chance di sopravvivenza, per l'uomo la fine di un legame sentimentale più trasformarsi in un boomerang che lo porta a vivere meno di chi è sposato felicemente. Non vale la pena nemmeno essere troppo allegri ed estroversi. La ricerca ha infatti messo in luce che i giovani troppo esuberanti, più facilmente vanno incontro a problemi legati al vizio del bere e del fumare. Inoltre hanno maggiori difficoltà a risolvere i problemi. I dati ISTAT, in ogni, caso parlano chiaro: oggi abbiamo in Italia 12.136 centenari che nel 2050 diverranno 116.760. e fra questi la maggioranza sarà rappresentata da coloro che, parafrasando una celebre frase di Woody Allen, “non rinunceranno a tutte le cose che ti fanno voler vivere fino a cent'anni”.

Commenti