Cioccolato, nocciola, limone. I gusti gelato preferiti dagli italiani

Estate, tempo di gelati. Ma quali sono i gusti preferiti dagli italiani? Secondo Coldiretti i più gettonati sono cioccolato e nocciola. Subito dopo limone, fragola, crema e stracciatella. In netto calo i cosiddetti "gusti artificiali" come il puffo. Mentre sopravanzano quelli più particolari, ottenuti da prodotti caratteristici, tipo bergamotto, vino Recioto, pistacchio di Bronte. Tra le novità si possono citare il gelato di latte d'asina. In generale i gusti a disposizione degli italiani saranno circa 600, comprese "assurdità" tipo pizza, fonduta, sedano, spinaci, prosciutto e mortadella. Complessivamente saranno attive 36mila gelaterie. La bella stagione si sta facendo desiderare, tuttavia si stima che nel 2010 gli italiani spenderanno quasi 2miliardi di euro per questo tipo di prodotto. I consumi più alti si registreranno al nord (54%), dove, peraltro, il gelato costa di più. In particolare la città più cara in assoluto è Milano. Secondo i nutrizionisti il gelato fa molto bene. È ricco di proteine nobili, fibre e calcio. Ottimo il rapporto fra carboidrati e grassi. Ma attenzione alle calorie che variano in base al tipo di prodotto. 100 grammi di gelato a base di frutta presentano un apporto calorico di 100kcal, che diventano 190kcal col gelato alla crema. S'intuisce la qualità di un buon gelato dalla sua cremosità e dalla facilità con cui si scioglie: se il gelato non si squaglia velocemente, soprattutto quando fa molto caldo, significa che probabilmente contiene grassi vegetali idrogenati, vivamente sconsigliati dai dietologi.

Commenti