Gli orsi americani abbandonano le foreste e si trasferiscono in città

Gli orsi americani hanno trovato un nuovo ambiente in cui vivere: sono le periferie dei grandi centri urbani del New Jersey, New York, Nevada e Connecticut. Nei primi anni Ottanta la popolazione di plantigradi a ridosso delle città corrispondeva appena al 10%, ora è addirittura del 90%. In pratica ci sono più orsi nelle zone che circondano le metropoli statunitensi che non nelle foreste. Ma qual è il motivo che spinge questi animali ad abbandonare i loro luoghi natii per urbanizzarsi? Semplicemente perché nelle città trovano con maggiore abbondanza di che sfamarsi, senza far fatica. Gli animali si riversano singolarmente, in coppie, o addirittura in gruppi su cassonetti dell’immondizia, frigo all’interno di comuni abitazioni, giardini pubblici, e si abbuffano di tutto ciò che trovano, da un punto di vista espressamente calorico senz’altro più redditizio che non le comuni bacche e noci di cui si nutrono abitualmente. La situazione incredibile in cui si sono venuti a trovare gli orsi moderni - e di conseguenza i cittadini dei vari centri urbani presi d’assalto dai plantigradi - è stata resa nota da un articolo del New York Times. “L’immondizia è la soluzione estrema per gli orsi – ha detto al giornale statunitense il dottor Jon Beckmann, che ha seguito il comportamento di questi mammiferi per la sua tesi di dottorato e ora lavora come ecologista per la Wildlife Conservation Society, che gestisce lo zoo del Bronx – essendo disponibile anche durante i periodi critici dell’anno in cui non si trova molto cibo. La cosa più stupefacente è che gli esemplari che consumano gli scarti umani sono diventati molto più grassi e alti dei loro cugini montanari”. Gli esperti hanno fatto di tutto per riportare i plantigradi nel loro ambiente naturale ma c’è stato ben poco da fare. Il 92% degli orsi catturati in Nevada e portati nei boschi decidono di tornare nelle aree urbane e il 70% lo fa nelle prime 48 ore dal ritorno nella foresta. A tal punto, dicono i ricercatori al New York State Department of Environmental Conservation, non resta che pensare di sviluppare contenitori per l’immondizia più resistenti e che possano alla lunga far desistere gli orsi dal loro perenne pellegrinaggio verso le città.

Commenti