L'agopuntura? Funziona, ecco le prove

Da sempre ci si chiede se l'agopuntura ha realmente effetto sulla salute dei pazienti. Ora, uno studio pubblicato dal neurobiologo Maiken Nedergaard presso lo University of Rochester Medical Center, rivela che la nota pratica medica orientale è davvero in grado di migliorare le condizioni dei malati. Secondo gli scienziati americani l'agopuntura favorisce il rilascio di adenosina, sostanza rappresentata da una molecola di adenina legata a un ribosio che interferisce con la trasmissione dei segnali dolorifici al cervello. "L'agopuntura è una tecnica utilizzata da almeno 4mila anni", rivela Nedergaard, "ma sono molti gli scettici. Oggi però con questo studio possiamo affermare con certezza che esiste un meccanismo fisico in grado di alleviare il dolore nel corpo". Gli scienziati sono arrivati a queste conclusioni dopo aver sottoposto ad agopuntura alcuni topi sofferenti a una zampa. Dai test è emerso che, gli animali trattati con la pratica orientale, presentavano un livello di adenosina nei tessuti 24 volte superiori al normale e quindi un livello di sofferenza decisamente inferiore agli esemplari curati senza agopuntura. Come controprova dell'attendibilità della loro scoperta gli studiosi hanno eliminato nei punti del corpo sottoposti ad agopuntura i recettori dell'adenosina verificando che, in effetti, l'effetto analgesico svanisce. L'agopuntura si basa sul fatto che, secondo i concetti della medicina cinese prescientifica, nell'uomo esiste una sorta di energia vitale che circola lungo particolari linee - in grado di collegare fra loro i vari organi del corpo umano - dette "meridiani". Lo scetticismo degli scienziati deriva dal fatto che non esistono prove scientifiche di natura anatomica o fisiologica a favore di questi meridiani. Da un lavoro pubblicato sul Journal of Clinical Epidemiology emerge che "l'efficacia dell'agopuntura nella cura del dolore cronico resta dubbia", e che "anche negli studi meglio condotti i risultati sono molto contradditori". Secondo gli esperti dell'Associazione Italiana Agopuntura sono circa 6 milioni gli italiani che ogni anno si affidano all'agopuntura, mentre la Società italiana di Farmacognosia (Siphar) dice che sono circa 12mila i medici agopuntori presenti sul territorio. A Milano - fra i migliori centri dedicati all'agopuntura - segnaliamo il Laboratorio di Agopuntura dell'Istituto Scientifico Universitario San Raffaele. Il centro aiuta a risolvere numerose patologie fra cui cervicalgia, cefalee, sindromi ansiose e disturbi del sonno. Per info: 02.2643.2643/2020.

Video diffuso da Mazur Media

Commenti

Post popolari in questo blog

Cuore, reni, ossa: quanto costa l'uomo al pezzo

Stelle o triangoli. Lo scarabocchio rivela chi siamo

I difetti femminili che piacciono agli uomini