Discovery raggiunge la Stazione spaziale internazionale

Missione compiuta. Lo shuttle Discovery ha agganciato la Stazione spaziale internazionale (Iss), 344 chilometri al di sopra dei Caraibi. Il contatto è avvenuto alle 3.44 del mattino, le 9.44 in Italia. Lo ha annunciato poco fa la Nasa. La missione denominata STS-131 durerà 13 giorni e consentirà la consegna di 8 tonnellate di approvvigionamenti e materiali. Inoltre sono previste tre passeggiate spaziali (di oltre sei ore) per una serie di operazioni di manutenzione della Iss. Si tratta di una delle ultime missioni dello shuttle (è il quartultimo lancio) che entro fine anno andrà in pensione. Poi si continuerà a 'navigare' nel cosmo tramite le capsule russe Soyuz, e forse alcune compagnie statunitensi private. In attesa che la Casa Bianca s'inventi qualcosa di nuovo per l'esplorazione spaziale. Il Discovery era partito due giorni fa con 7 astronauti, fra cui 3 donne, dal Kennedy Space Center. Al comando Alan Poindexter. In questo momento nello spazio ci sono ben tredici esseri umani.

Gatti & allergie

Non sono solo gli uomini a essere allergici ai gatti. È vero anche il contrario. I ricercatori dell’Università di Edimburgo hanno, infatti, dimostrato che in presenza di esseri umani, alcuni gatti cominciano a starnutire. Secondo gli esperti le principali cause delle reazioni allergiche dei felini che vivono in stretto contatto con l'uomo, sono il fumo di sigarette, la forfora, la polvere domestica. Le stime dicono che soffre d’asma un micio su duecento, con percentuali più alte tra le razze orientali come i siamesi. È stato infine dimostrato che la riduzione del 50% del diametro dei bronchi in un gatto affetto da asma, può ridurre di 16volte il passaggio dell’aria. In questo momento, Nicki Reed, a capo della ricerca, sta studiando una terapia per alleviare i disturbi dei felini. La notizia torna utile anche agli italiani: nel nostro Paese, secondo le stime dell'Eurispes, ci sono circa 8milioni di gatti domestici.

Pasqua finita, tutti a dieta

Finite le vacanze pasquali gli italiani si mettono a dieta. Ogni italiano ha, infatti, messo su almeno un chilo in questi giorni. Secondo Coldiretti gli abitanti del Belpaese hanno consumato 6milioni di chili di colombe artigianali, 40milioni di uova di cioccolato, 10milioni di chili di carne di agnello e 400milioni di uova di gallina. Spesa complessiva stimata: 1,3miliardi di euro solo per il pranzo pasquale.

Commenti