Una moneta conferma l'esistenza dell'imperatore Domiziano (quello meno famoso)

Domiziano, penultimo governatore romano della Britannia, che avrebbe regnato per soli 4 giorni nel 271 dopo Cristo, è esistito veramente. Il suo regno era stato messo in dubbio da alcuni storici, ma ora la prova arriva dalla scoperta di un’antica moneta di bronzo con riportata l’immagine del suo volto. La notizia è stata diffusa da Richard Adby, curatore del British Museum di Londra dove è stato esposto il ritrovamento. “Nelle fonti storiche", spiega Richard Abdy, "esistono soltanto due brevi riferimenti a Domiziano che lo descrivono come un ufficiale dell’esercito mandato a morte per tradimento. Per il resto, sul suo conto, regna il mistero più assoluto”. Va, però, precisato che Domiziano del terzo secolo dopo Cristo, non va confuso con il noto imperatore Domiziano (busto nella foto) che guidò Roma nel primo secolo d.C. L’autore della scoperta è l’archeologo dilettante Brian Malin che si è servito, nelle sue ricerche, di un comune metal detector. Con esso ha scandagliato diverse zone della contea di Oxford, in Gran Bretagna, individuando un vaso contenente 5mila monete, tutte riportanti il volto di governatori e imperatori romani del periodo compreso fra il 250 e il 275 dopo Cristo, tra cui quella appunto di Domiziano. La dominazione in Gran Bretagna da parte dei romani durò dal 44 al 410 d.C. Durante la loro occupazione svilupparono un’estesa rete di strade, molte delle quali ancora oggi in uso. I romani costruirono inoltre acquedotti e sistemi fognari. La Britannia rappresenta, però, la più vasta regione dell’ex impero romano che attualmente non parla né una lingua romanza, né un linguaggio proveniente dagli abitanti pre-romani.

Commenti

Post popolari in questo blog

Cuore, reni, ossa: quanto costa l'uomo al pezzo

Stelle o triangoli. Lo scarabocchio rivela chi siamo

I difetti femminili che piacciono agli uomini