RECORDMAN MATEMATICI

Gert Mittring
Geni capaci di risolvere complicatissimi calcoli matematici: operazioni che nessun altro essere umano riesce a svolgere, se non con l’aiuto di un calcolatore elettronico. Gli scienziati ne parlano in toni entusiastici, facendo riferimento a menti eccezionali le cui abilità sono eguagliabili solo da personal computer. L’ultimo eclatante caso concernente un individuo protagonista della risoluzione di un difficilissimo calcolo matematico riguarda Alexis Lemaire, ventiquattrenne francese, studente di informatica presso l’Università di Reims. Il giovane, nel corso del sesto salone della cultura e dei giochi matematici, ha calcolato a mente, in circa cinque minuti, la radice tredicesima di un numero a 200 cifre. Precedentemente era riuscito nell’intento di leggere un numero di 100 cifre in 13 secondi, e di calcolare, in poco più di 11 minuti, la radice tredicesima di un numero a 200 cifre davanti a una commissione della rivista Science. Secondo gli esperti il ventiquattrenne francese organizza la memoria proprio come un programma per i computer, come se si trattasse di un software composto da cellule umane. Qualcosa di analogo accade anche nel cervello di Gert Mittring, un matematico tedesco di 38 anni, specializzato in informatica. In 11,8 secondi è infatti riuscito a calcolare la tredicesima radice di un numero di cento cifre; il record è stato ottenuto nel corso di una sfida sponsorizzata dal Museo di Matematica situato nella città di Giessen, in Germania. Mittring ha sfidato addirittura dei calcolatori elettronici uscendone vincente. Anche lui, come Lemaire, ha alle spalle un curriculum da paura: tra le sue imprese più celebri quella che lo ha visto dimostrare, davanti a scienziati dell’Istituto di psicologia dell’Università di Boston, di saper memorizzare un numero di 22 cifre in soli quattro secondi. Nell’elenco mondiale dei geni matematici a far furore c’è anche un sedicenne indiano. Si chiama Uday Shankar ed è diventato famoso per essere in grado di fornire la radice, il cubo e la decima potenza di un qualunque numero di 30 cifre, con stessa la rapidità di una calcolatrice elettronica. Inoltre il ragazzino è riuscito a memorizzare dieci nomi associati ad altrettanti numeri di telefono e replicarli in modo corretto dopo appena 90 secondi. Tra i geni matematici non si può infine tralasciare lo scienziato tedesco Martin Nowak, chirurgo degli occhi residente in Michelfeld, con il pallino della matematica. Egli, pur usufruendo di un computer, il 18 Febbraio 2005, dopo circa 50 giorni di calcoli, ha individuato il nuovo numero primo più grande, 225,964,951-1, equivalente a 7,816,230 cifre. Il nuovo numero primo è stato verificato indipendentemente in 5 giorni da Tony Reix di Grenoble, Francia, utilizzando un computer Bull NovaScale 5000 HPC con 16 CPU Itanium attraverso il programma Glucas scritto da Guillermo Ballester Valor di Granada, Spagna.

BOX

Martin Nowak: il 18 febbraio 2005 scopre il nuovo numero primo più grande: è il numero 225,964,951-1, equivalente a 7,816,230 cifre.

Uday Shankar: ha appena sedici anni ed è in grado di calcolare la radice, il cubo e la decima potenza di un qualunque numero di 30 cifre.

Gert Mittring, matematico tedesco, risolve in 11,8 secondi la tredicesima radice di un numero di cento cifre.

Alexis Lemaire, francese, 24 anni, pochi giorni fa compie la sua impresa più clamorosa: calcola a mente, in circa cinque minuti, la radice tredicesima di un numero a 200 cifre.

Commenti