Vino rosso: ecco perchè fa bene alla salute

Che il vino rosso (consumato con moderazione) facesse bene al cuore si sapeva da tempo. Quel che però non era chiaro, è il meccanismo che permette alla bevanda di migliorare le condizioni di un organismo. Ora, però, una scoperta condotta da scienziati dell'Università Louis Pasteur di Strasburgo e dell'Università Paul Sabatier di Tolosa fa finalmente luce sull'argomento: il vino contiene sostanze in grado di indurre le cellule che rivestono le arterie a secernere il monossido di azoto, un vasodilatatore, che in pratica consente al sangue di circolare con maggiore fluidità. Nei dettagli, entra in gioco un recettore di estrogeni che, permettendo alle cellule presenti sulle pareti dei vasi di legarsi ai polifenoli del vino, consente infine la produzione di monossido di azoto. Con ciò si spiega anche il misterioso 'paradosso francese', secondo il quale il numero di infarti nella Francia meridionale (dove si consuma abitualmente vino rosso, anche se l'alimentazione non è delle migliori) è decisamente minore rispetto alle altre aree europee industrializzate. I risultati della ricerca - pubblicati sulla rivista 'Plos One' - hanno trovato conferma in una serie di test condotti sui topi.

Commenti

Anonimo ha detto…
Ancora credi alla storiella del paradosso francese? Mah...

Sergio
gianluca grossi ha detto…
Non mi sento di escluderla a priori, benchè manchino - certamente - delle conferme. Il fenomeno potrebbe essere dovuto all'inibizione del peptide endotelina, vasocostrittore legato a processi aterosclerotici.