L'anidride carbonica, vera responsabile degli attacchi di panico

Scienziati scoprono la vera causa degli attacchi di panico: l'anidride carbonica. Secondo gli studiosi dell'Università dell'Iowa, respirare grandi quantità di biossido di carbonio può incrementare notevolmente il rischio di essere colpiti da ansia parossistica. In realtà il legame fra anidride carbonica e panico era già noto, quel che, però, non era chiaro, è il meccanismo fisiologico che porta la CO2 a mandare in tilt il cervello. Stando alle conclusioni di Adam E. Ziemann, a capo dello studio, il processo con cui l'anidride carbonica agisce sul sistema nervoso è regolato da una proteina particolare denominata ASIC1a. Quest'utima si ritrova soprattutto nell'amigdala, zona cerebrale facente parte del cosiddetto sistema limbico, area del cervello concernente la regolazione delle emozioni e del comportamento. Gli scienziati - dopo vari test sui topi - hanno appurato che in presenza di CO2 le cellule del cervello diventano più acide, fenomeno che innesca l'entrata in azione della proteina ASIC1a, direttamente legata alle crisi di panico. La ricerca offre nuove chance per lo sviluppo di farmaci in grado di ostacolare una malattia che, solo in Italia, colpisce più di 3milioni di persone.

(Pubblicato su http://www.milanoweb.com/)

I sintomi principali di un attacco di panico, ben evocato dal famoso quadro di Edward Munch, 'L'Urlo'.

• Cefalea
• Confusione mentale (difficoltà nell'organizzare pensieri)
• Sudorazione
• Dolori al petto, palpitazioni
• Vertigini, stordimento, nausea, conati di vomito, senso di sbandamento
• Difficoltà di respirazione (dispnea), affanno
• Formicolio o intorpidimento alle mani, al viso, ai piedi o alla bocca
• Incapacità di comunicare a voce
• Nodo alla gola
• Rossore al viso e al petto o brividi
• Sensazioni di sogno o distorsione percettiva (derealizzazione)
• Dissociazione, la percezione che non si è connessi al corpo o perfino che si è disconnessi dal tempo e dallo spazio (depersonalizzazione)
• Terrore, una sensazione che qualcosa di inimmaginabilmente orribile sta per succedere e si è impotenti per prevenirlo
• Parti distali fredde e sudate (mani e piedi)
• Paura di perdere il controllo e fare qualcosa di imbarazzante o di diventare matti
• Paura di morire
• Paura e sensazione di svenire
• Sensazione di morte imminente
• Sensazione di lingua e bocca asciutta
• Tremori fini o a scatti
• Vampate di calore o brividi di freddo
• Pianto
• Sensazioni di rivissuto (deja-vu)

Commenti

Post popolari in questo blog

Cuore, reni, ossa: quanto costa l'uomo al pezzo

Stelle o triangoli. Lo scarabocchio rivela chi siamo

I difetti femminili che piacciono agli uomini