Bocciati in storia i ragazzi del Duemila

I ragazzi di oggi? In storia sono un disastro. Lo dice uno studio inglese condotto dall'associazione Erskine, coinvolgendo 2mila ragazzi di età compresa fra gli 8 e i 15 anni. L'esempio più eclatante: alla domanda 'sapete chi era Hitler?', un giovane su 20 risponde, 'un allenatore di calcio'. Il 77% dei partecipanti al test associa Hitler al capo del partito nazista, il 13,5 allo scienziato che scoprì la gravità nel 1650, e il 5% a un allenatore di serie A. In realtà le difficoltà storiche non si fermano a Hitler, ma coinvolgono anche altri responsabili del nazismo e fatti e luoghi legati al secondo conflitto mondiale. Per esempio il ministro della Propaganda nazista, Joseph Goebbels, viene assimilato - nel 21% dei casi - a 'un ebreo che ha scritto un diario personale'. Per il 6% dei partecipanti al test l'Olocausto corrisponde alla fine della guerra; per il 15% Auschwitz è un parco giochi per bambini; per il 31% la bomba atomica è stata sganciata dai giapponesi. Alla luce di queste conclusioni gli esperti si dicono sconcertati: "Gli scolari sono il futuro della nostra nazione - affermano - alcune risposte alle nostre domande ci hanno letteralmente scioccato". Probabilmente in Italia la situazione è altrettanto disastrosa. Ecco un esempio. Tempo fa una professoressa di filosofia interrogò i suoi studenti del liceo "Enriques" di Ostia, chiedendogli chi fosse Pierpaolo Pasolini. E solo una piccola percentuale fu in grado di rispondere correttamente.

Commenti