Codici barre per riconoscere le specie viventi

Classificare le specie viventi tramite codici barre. È l’iniziativa di alcuni scienziati del Museo di Storia Naturale di Londra. Gli esperti ritengono che in questo modo sarebbe possibile risalire alle caratteristiche tassonomiche di una determinata specie animale o vegetale, semplicemente inserendo il suo codice genetico all’interno di un programma di gestione dati: “Il software funzionerà similmente a quello utilizzato dagli agenti di polizia durante i controlli delle patenti di guida – ha commentato Dan Janzen, dell’Università della Pennsylvania - il codice a barre di ogni specie fornirà informazioni riguardo la tassonomia, l’ecologia e la storia naturale degli ultimi 200 anni”. Catalogare correttamente una specie è spesso un compito difficile da portare a termine, che può essere effettuato solo da esperti zoologi, botanici e microbiologi. Per esempio nelle piante superiori se si vuole certificare l’appartenenza di una certa specie e un genere e a una famiglia è indispensabile studiare approfonditamente il fiore, cosa non sempre possibile, poiché stami e ovari sono presenti nei vegetali solo in specifici periodi dell’anno. Con questo sistema invece basta solo una piccola porzione di Dna per risalire alle caratteristiche genetiche di una pianta (o di un animale), e anche i costi sarebbero facilmente gestibili. Attualmente sono circa 1,7 milioni le specie conosciute sulla Terra, ma secondo alcuni dati le specie in totale potrebbero essere circa 10-30 milioni.

Per info: http://www.bio.upenn.edu/

Commenti

Post popolari in questo blog

Cuore, reni, ossa: quanto costa l'uomo al pezzo

Stelle o triangoli. Lo scarabocchio rivela chi siamo

I difetti femminili che piacciono agli uomini