Un nuovo 'mostro' dalle spiagge della Jurassic Coast

Un mostro marino lungo 16 metri e pesante fra le sette e le 12 tonnellate, è stato scoperto da scienziati inglesi dell'Università di Plymouth e presto (fra circa sei mesi) sarà possibile fargli 'visita' presso il Dorset County Museum (che ha acquistato il reperto fossile per 20mila sterline). Il riferimento è a un pliosauro, caratterizzato da un cranio lungo 2,4 metri e una bocca in grado di spezzare una macchina in due con un solo morso. Secondo Richard Edmonds, a capo dello studio, potrebbe trattarsi del più grande rettile che sia mai esistito sul nostro pianeta. Se le stime fatte dai ricercatori dovessero essere confermate, il nuovo animale scoperto, batterebbe in dimensioni anche i due supergiganti della stessa specie riportati recentemente alla luce alle Svalbard e in Messico: il "Predator X" e il "mostro di Aramberri". Peraltro i pliosauri erano più grossi e potenti anche del dinosauro più feroce per antonomasia, il Tyrannosaurus rex, mai più pesante di 3 tonnellate. I resti del gigantesco animale sono stati rinvenuti lungo quella che è stata battezzata la Jurassic Coast (oggi considerata patrimonio dell'umanità dall'Unesco), che si sviluppa fra il litorale sabbioso del Dorset e quello dell'East Devon, in Inghilterra. I pliosauri vissero nel Giurassico medio e nel Giurassico superiore in Europa. Erano dei grossi rettili caratterizzati da teste enormi e denti aguzzi. In particolare i denti posteriori assomigliavano a uncini e servivano a spingere le prede verso la gola dell'animale. Questi dinosauri mangiavano di tutto: cefalopodi, rettili, pesci.

Il video della scoperta (con l'intervento di Edmonds):

Commenti