Figli dell'inseminazione artificiale: Lou Sheng e i suoi due piccoli

I suoi begli occhioni neri, circondati dal caratteristico disegno scuro della pelliccia, sono costantemente puntati sulle due piccole creature che ha partorito il 18 agosto, un maschio e una femmina, benché le capiti spesso di sentirsi affaticata e bisognosa di riposo. Li segue in ogni loro passo, gioca con loro e li coccola. Lou Sheng è una mamma di panda gigante molto particolare: è infatti uno dei primi animali di questa specie (forse il primo in assoluto) venuto alla luce con l’inseminazione artificiale. A sua volta, quindi, ha procreato grazie all’intervento dell’uomo e allo sperma di due maschi adulti, Sansan e Xiaoming. Oggi, quindi, i due piccoli, che hanno appena festeggiato il mese di vita, stanno bene e vivono con mamma Lou presso il Shaanxi Rare Wildlife Breeding and Research Centre di Zhouzhi County, nel nord est della Cina. I panda, eletti a simbolo per antonomasia nella lotta per la salvaguardia delle specie animali in via di estinzione, fanno molta fatica a riprodursi: ciò è vero soprattutto in cattività. Per questo motivo l’uomo interviene con l’inseminazione artificiale, non sempre con successo. Questa volta però possono esultare doppiamente, perché appunto, da una mamma nata con questa tecnica (sempre più raffinata) son venuti al mondo altri due piccoli: praticamente un caso unico. La fecondazione artificiale, in realtà, non è una prerogativa delle specie a rischio. Questo tipo di procedimento, infatti, sta coinvolgendo sempre più spesso anche animali comuni, come il cane: “In questi casi lo si fa per mantenere il più possibile ‘pura’ una certa razza – racconta Antonino Ruggeri, dell’Ospedale Veterinario Gregorio VII di Roma -. Succede nel 10% dei quattrozampe con pedigree”. Dove invece l’inseminazione artificiale è un procedimento standard è negli allevamenti di cavalli e bovidi: “Qui si arriva anche al 90% - precisa Ruggeri. In ogni caso la fecondazione assistita non è l’unica tecnica adottata dagli scienziati per aiutare i panda a procreare. Recentemente, presso il Breeding and Research Center di Chengdu, sono stati addirittura proiettati dei filmini a “luci rosse” - aventi come protagonisti panda impegnati in amplessi sessuali - per sollecitare, appunto, gli animali all’accoppiamento.

Commenti