Due mamme ed un papà: la speciale famiglia di Mito, Tracker, Spindler e Spindy

Quattro piccole scimmie - Mito, Tracker, Spindler, Spindy - con tre genitori, due mamme ed un papà. È l’eccezionale risultato ottenuto da un team di ricercatori americani tramite la fecondazione in vitro. La ricerca potrebbe portare in pochi anni al primo bambino “geneticamente ingegnerizzato”. “È un grande risultato nel campo della ricerca scientifica – rivela Shoukhrat Mitalipov (nella foto) dell’Oregon National Primate Research Center, a Beaverton -. Peraltro crediamo che questa tecnica potrà essere testata, a breve, anche sull’uomo”. I piccoli derivano quindi da: mamma biologica, mamma donatrice e padre. Alla mamma biologica è stato prelevato il Dna mitocondriale dal nucleo delle cellule - responsabile della trasmissione di molte malattie ed ereditabile solo dalla madre – per essere sostituito con quello della donatrice. In seguito è avvenuta la fecondazione in vitro utilizzando – come si fa sempre - lo sperma del papà. Il risultato ha dunque permesso l’incredibile nascita di quattro piccoli con due mamme e un padre. La notizia ha comprensibilmente sollevato un vespaio di polemiche. Benché questa tecnica potrebbe in futuro vincere gravi malattie come epilessia, cecità e malattie cardiache, molti ritengono inaccettabile l’ipotesi di mettere al mondo figli con tre genitori a tutti gli effetti. Spephen Green, direttore del gruppo Christian Voice, dice di comprendere “le buone intenzioni degli scienziati, ma che è necessario pensare seriamente al futuro delle nuove generazioni. Come si sentirà quel bambino che scoprirà di avere due mamme anziché una?”.

(Per info: http://www.ohsu.edu/xd/)

Commenti