I primi europei? Arrivarono dalla Turchia

Da dove provengono gli europei? Fino a oggi si pensava dalle steppe caucasiche: una popolazione violenta e sanguinaria riconducibile alla cosiddetta cultura Kurgan attraversò infatti l’Europa in lungo e in largo a partire dal 4mila a.C. Ma ora una nuova teoria potrebbe cambiare completamente questa tesi. Un team di scienziati della Nuova Zelanda ha passato al setaccio le caratteristiche di 87 lingue, antiche e moderne, scoprendo che gli indoeuropei non provengono dal cuore dell’Asia, bensì da una remota regione della penisola anatolica, anticamente abitata da un popolo pacifico dedito all’agricoltura e alla pastorizia. Secondo Russell Gray e Quentin Atkinson del Dipartimento di psicologia dell’Università di Auckland, in Nuova Zelanda, il nucleo originario che ha permesso la differenziazione degli europei moderni, non si è formato 6mila anni fa (come ritenuto finora), ma molto prima. I contadini dell’Anatolia si sarebbero infatti mossi alla conquista del mondo presumibilmente tra i 7.800 e i 9.800 anni fa. Se questa ipotesi dovesse essere confermata verrebbe meno anche le tesi di alcuni ricercatori tedeschi di inizio del Novecento i quali indicavano come patria originaria degli indoeuropei la zona compresa fra il dal nord della Germania e il sud della Scandinavia. Presumibilmente quest’area era invece abitata da popolazioni celtiche, pressoché contemporanee alla cultura Kurgan.

Commenti