LA VENDETTA DEGLI ELEFANTI

Attaccano i villaggi e ingombrano le carreggiate bloccando la circolazione. In questo modo si vendicano di bracconieri e imprese che deturpano il territorio per ricavare materie prime per l’industria. Il riferimento è agli elefanti africani sempre più spesso al centro di fatti di cronaca concernenti l’uccisone o il ferimento di esseri umani. Una pubblicazione sulla rivista New Scientist mette in luce per la prima volta il fenomeno. Secondo i veterinari l’elefante non attacca l’uomo casualmente, ma appunto per vendetta. Ci sono piccoli di elefanti che, rimasti orfani in passato, ricordano il trauma subito, e cercano quindi l’occasione buona per avventarsi sull’uomo, responsabile del disagio patito. Dice Felicity De Zulueta, psichiatra del Maudsley Hospital di Londra che “separare prematuramente un elefante dalla sua tribù famigliare può avere effetti molto forti. Uno di questi potrebbe essere l’aggressività”. Specificatamente gli studiosi parlano di un disturbo ben preciso, il cosiddetto disturbo postraumatico da stress, tipico della specie umana. Con esso diventa impossibile liberasi di un brutto ricordo, che rimane quindi scolpito nella memoria ed è pronto a riemergere in ogni momento. Rivivendolo si subisce un forte disagio emotivo che porta a comportamenti insoliti, compreso quello di sfogarsi rabbiosamente contro qualcosa o qualcuno. Secondo gli scienziati colpisce gli elefanti perché sono dotati di grandi capacità mnemoniche: “Hanno sicuramente un’intelligenza e una memoria sufficienti a suscitare in loro istinti di vendetta - dice Joyce Poole, direttrice delle ricerche dell’Amboseli Research Project in Kenya. Ma le aggressioni non avvengono solo in Kenya o in Uganda, dove negli ultimi trent’anni si è avuta una riduzione di elefanti addirittura del 90%. Uno degli episodi più cruenti della “caccia all’uomo” da parte dell’elefante si è verificato in Bangladesh poco tempo fa. Nelle foreste del Rajasthali (350 km a sud est di Dacca) un gruppo di elefanti ha attaccato un villaggio uccidendo otto persone e distruggendo almeno una cinquantina di abitazioni.

(Per info: http://www.elephanttrust.org/)

Commenti