Van Turco: il gatto amante dell'acqua

Per secoli si è tuffato nel grande lago di Van a 1.700 metri di quota sul livello del mare nella Turchia sud orientale. Per cacciare i pesci e per il semplice gusto di rinfrescarsi. Si chiama Van Turco e rappresenta l’unica razza di gatti al mondo che nell’acqua si trova meglio che in qualunque altro posto. L’occidente lo ha conosciuto per la prima volta nel 1955 grazie a due turiste inglesi, Laura Lushington e Sonia Halliday. Le sue caratteristiche lo rendono in assoluto il gatto più particolare del pianeta. Nuota con disinvoltura e soprattutto caccia i pesci con l’abilità di una lontra. Contraddistinto da un carattere docile, più simile a quello di un cane che non a quello di un felino, il Van Turco – detto anche gatto di Allah - è molto affettuoso e premuroso nei confronti del padrone, contrariamente ai suoi simili più individualisti e menefreghisti. L’animale presenta un mantello bianco, candido, con striature rossastre e ha una coda soffice e molto folta. Non sopporta gli intrusi e non ama starsene troppo tempo da solo. In tutta la Turchia è molto apprezzato ed è protetto: per esportarlo occorrono dei permessi ministeriali. Testimonianze archeologiche ne attestano l’importanza anche in età antica. Si tratta di scudi da combattimento risalenti all’occupazione romana dell’Armenia raffiguranti appunto dei gatti appartenenti alla specie turca. Il suo costo? Si aggira tra i 250 e i 500 euro.

Commenti

Post popolari in questo blog

Cuore, reni, ossa: quanto costa l'uomo al pezzo

Stelle o triangoli. Lo scarabocchio rivela chi siamo

I difetti femminili che piacciono agli uomini