Dimmi cosa bevi e ti dirò chi sei

Risalire alla personalità di un individuo semplicemente affidandosi a ciò che preferisce bere. È il risultato di due studi compiuti da ricercatori inglesi e canadesi. Nella prima ricerca condotta in Inghilterra si è potuto verificare che chi consuma preferibilmente vino è una persona affidabile e matura. Chi predilige il gusto di una bibita a base di malto a bassa gradazione alcolica o il rum corrisponde, invece, a una personalità estroversa, creativa, ma anche meno seria. I consumatori di vino bianco e di vodka sono quelli maggiormente dotati di spirito di intraprendenza e nella maggior parte dei casi sono anche i più predisposti a gestire ruoli di comando. I più tranquilli e sereni con se se stessi e con il mondo parrebbero, invece, gli amanti del gin e della tequila: i primi sono rappresentati da persone sedentarie che amano crogiolarsi nella tranquillità degli affetti famigliari; i secondi da coloro che in pratica ‘vivono e lasciano vivere’, ovvero vivono alla giornata senza preoccuparsi inutilmente per il domani. La ricerca inglese è stata effettuata in un famoso bar di Londra, il barLocal di Fulham. Lo studio realizzato in Canada, invece, è stato portato a termine coinvolgendo più pub e affidandosi ai test compilati da 1.275 persone di Mantinoba, abituali consumatori di vino, birra e superalcolici (vodka, rhum bianco, gin, tequila, shochu, whisky). Gli scienziati dell’università del Mantitoba (Unità per la ricerca su alcool e tabacco) a Winnipeg, hanno evidenziato che i bevitori di birra sono in assoluto le persone più dinamiche e socievoli, mentre risultano meno espansivi e più sofisticati i consumatori di vino e di superalcolici; questi ultimi sono probabilmente anche quelli che tendono più facilmente a isolarsi e a chiudersi in se stessi. I bevitori di vino e superalcolici hanno inoltre ottenuto il minor punteggio sulla forza interiore e la ricerca di sensazioni forti. Il loro identikit corrisponde a individui anziani, di sesso femminile, bene educati e sposati; fra i bevitori di birra, invece, ci sono soprattutto giovani, di sesso maschile, poco educati e single.

Commenti