Crop circle: e adesso è la volta di una libellula

Sempre più fantasiosi gli autori dei crop circle. L’altro giorno (vedi post del 2 giugno) i tabloid inglesi hanno divulgato le foto di un ‘cerchio del grano’ raffigurante una medusa e oggi... oggi una libellula. Negli anni, evidentemente, questi buontemponi si sono perfezionati sempre di più. L’immagine della libellula è stata scattata sopra i campi di Kingstone nell’Oxfordshire (Inghilterra), proprio come quella della medusa. Ancora una volta a beneficio del turismo. Benché siano in molti a credere che questi ‘disegni’ aumenteranno sempre più fino al 2012, anno in cui si verificherà un cataclisma planetario.

Cosa dice il CICAP?

Il CICAP ritiene che i crop circles siano (fino a prova contraria) opera della creatività e dell'ingegno umano. Il fenomeno, in termini di complessità delle formazioni, si è notevolmente modificato nel tempo. Se per le formazioni fino alla fine degli anni '80 (semplici cerchi) si poteva parlare di burloni, oggi questa posizione va rivista. Si tratta di prendere atto che si è di fronte a delle opere che appartengono a una nuova forma d'arte, che come tutte le forme d'arte ha dei maestri e degli allievi. Come di solito avviene, con il passar del tempo gli allievi superano i maestri. Il CICAP ritiene quindi che la giusta chiave di lettura sia quella di interpretare i crop circles come espressioni artistiche, e che dietro a tutto questo non ci sia nulla di paranormale o alieno, ma un folto gruppo di artisti che approfittano dell'oscurità per dare vita ad una vera e propria forma di "Land Art", seppure avvolta da un affascinante alone di mistero.

(http://www.cicap.org/)

Commenti

Post popolari in questo blog

Cuore, reni, ossa: quanto costa l'uomo al pezzo

Stelle o triangoli. Lo scarabocchio rivela chi siamo

I difetti femminili che piacciono agli uomini