In ginocchio, la miglior posizione per partorire

Ricercatori della University of Malardalen di Vasteras (Svezia) dicono che la migliore posizione per partorire è quella in ginocchio. L’esperimento ha coinvolto 271 gestanti. Ad esse è stato chiesto di scegliere una posizione per il parto: supina, seduta o in ginocchio. Dopo il parto hanno compilato dei questionari. Risultato: è emerso che le donne che avevano partorito in ginocchio erano quelle che avevano accusato meno dolore. (Mentre la maggiore sensazione di dolore era stata percepita da chi partoriva seduta). Peraltro, fra questo gruppo di partorienti, la percentuale di incisioni del perineo (episiotomia per facilitare l’espulsione del feto) è stata minore della norma. Secondo gli scienziati il parto in ginocchio diminuisce la pressione sulla zona lombare che si sviluppa durante le contrazioni e provoca dolori. Inoltre la posizione inginocchiata offre una maggiore flessibilità e libertà di movimenti. Infine partorire in questa posizione non comporta effetti collaterali di nessun tipo sulla salute del nascituro. In quasi tutti gli ospedali, però, si partorisce ancora sul classico lettino ginecologico, in posizione supina. E solo in rari casi si lascia libere le future mamme di assumere la posizione che desiderano durante il travaglio. Lo studio è stato divulgato sulle pagine dell’International Journal of Obstetrics and Gynecology.

Commenti

Post popolari in questo blog

Cuore, reni, ossa: quanto costa l'uomo al pezzo

Stelle o triangoli. Lo scarabocchio rivela chi siamo

I difetti femminili che piacciono agli uomini