FILM HORROR: ECCO LA FORMULA PERFETTA

Una formula matematica in grado di stabilire se un film horror è valido o meno. L'ha messa a punto Anna Singer, matematica presso il King’s College di Londra, ed è la seguente: (es + u + cs + t) al quadrato + s + (tl + f)/2 + (a + dr + fs)/n + sin x – 1. “Es” sta per escalation musicale, “u” per ignoto, “cs” per scene di inseguimento, “t” per sensazione di intrappolamento e “s” per shock. La suspance, data dai primi 4 parametri, è considerata l’elemento più importante di un film horror: per questo motivo la corrispondente espressione algebrica è stata elevata al quadrato. Altro elemento importante perché un film horror possa davvero far tremare di paura è la sceneggiatura: l’ideale è quindi una storia in grado di mischiare bene la realtà (tl) e la fantasia (f), e che sia riprodotta sullo schermo da pochi protagonisti (a), possibilmente in un luogo isolato (fs) e al buio (dr). Secondo gli esperti il lungometraggio più terrificante mai girato dall’uomo è Psyco, mentre fanno meno paura altri cult movie come l’Esorcista e Il silenzio degli innocenti.

Commenti

Post popolari in questo blog

Cuore, reni, ossa: quanto costa l'uomo al pezzo

Stelle o triangoli. Lo scarabocchio rivela chi siamo

I difetti femminili che piacciono agli uomini