Chi vede gli Ufo è malato davvero

Sono circa tre milioni le persone in Usa convinte di essere state rapite dagli Ufo. In Italia dati simili non ce ne sono, tuttavia anche nel nostro paese si sono avute numerose testimonianze di individui che dicono di aver avuto a che fare con gli extraterrestri. Fino agli anni Ottanta una persona del genere veniva liquidata con frasi del tipo “è solo un tipo un po’ originale” o, banalmente, “è uno fuori di testa”. Ma ora si scopre che costoro sono invece degli individui che potrebbero soffrire di un disturbo psichiatrico vero e proprio, solo recentemente introdotto nel Dsm4, manuale che illustra le principali malattie psichiatriche: il fenomeno degli IR4, incontri ravvicinati del IV tipo. In America da una decina d’anni a questa parte ci si sta dando da fare per aiutare chi afferma di essere stato rapito dagli alieni. In Italia invece è da poco sorta l’associazione Parsec, anche lei finalizzata allo stesso scopo. Chi dice di aver avuto a che fare con gli extraterrestri potrebbe soffrire di una particolare forma di epilessia. Gli studiosi hanno infatti visto che il cervello di queste persone è attraversato da leggere scosse elettriche, simili a quelle che avvengono negli epilettici. In alternativa potrebbero soffrire di paralisi del sonno. È un disturbo che colpisce una buona percentuale di individui adulti e concerne allucinazioni e l’impossibilità a muoversi durante la fase di risveglio o assopimento. Si è visto che l’ipnosi riesce a fare molto per questi atipici pazienti psichiatrici, che peraltro accusano anche molti altri malesseri come fobie, emorragie, e dolori derivanti da ferite sottocutanee. Per esempio si è potuto osservare in molti casi la possibilità di far riemergere dal subconscio del malato esperienze di vita eccezionali, alla base delle successive idee deliranti. Ma come sono questi alieni secondo le descrizioni di chi dice di averli incontrati? Al primo gruppo appartengono gli umanoidi: gli Ufo più comuni, con il colore della pelle grigio, gli occhi grandi e ovali, la testa enorme. Poi ci sono i “quasi umani”, il cui scopo sarebbe quello di salvare l’umanità, i robot, che raccolgono materiale biologico dalla Terra per il loro esperimenti. Infine c’è la classe di Ufo più particolare comprendente “rettiliani”, uomini-falena, e mostri della palude.

(Pubblicato su Libero il 19 dicembre 06)

Commenti